domingo, 23 de octubre de 2011

Misa de Canonización de Beatos - 23.10.2011 - 2ª Parte (Celebración de la Santa Misa)







II


PREPARAZIONE


ALLA CELEBRAZIONE


TE LODIAMO, TRINITÀ


L'assemblea:

Italiano

1  Te lodiamo, Trinità,
nostro Dio, t'adoriamo;
Padre dell'umanità,
la tua gloria proclamiamo.
Te lodiamo, Trinità, per l'im
mensa tua bontà.

2  Tutto il mondo annuncia te:
tu lo hai fatto come un segno.
Ogni uomo porta in sé
il sigillo del tuo regno.
Te lodiamo, Trinità,
per l'immensa tua bontà.

TE LODIAMO, TRINITÀ


Español

L'assemblea:

1  Sumo Dios tu gran poder
canta el orbe monte y llano;
Cuanto el hombre alcanza a ver
obra inmensa es de tu mano:
Gloria, gracias mil y honor demos
todos al Señor.

2  En la ceslestial mansión
ensalzando tus bondades
póstranse con sumisión
Angeles y Potestades;
sube sin cesar la voz:
Santo, santo, santo Dios.

TE LODIAMO, TRINITÀ


English

L'assemblea:

1  Holy God, we praise Thy name,
Lord of all, we bow before Thee;
All on earth Thy sceptre claim,
All in heaven above adore Thee.
Infinite Thy vast domain, Ever-
lasting is Thy reign.

2  Hark, the loud celestial hymn
Angel choirs above are raising,
Cherubim and Seraphim
One unceasing chours raising
Fifi the Heavens with sweet accord:
Holy, Holy, Holy Lord!



TE LODIAMO, TRINITÀ


Français
L'assemblea:

1  Dieu saint, nous te bénissons,
nous cé lébrons tes louanges,
Eternel, nous t'exaltons
de concert avec les anges,
et prostérnés devant toi, nous t'a-
dorons, ô Grand Roi.

2  Sauve tes enfants, Seigneur,
et bénis ton héritage,
que ta gloire et ta splendeur
soient à jamais leur partage.
Conduis-les par ton amour
jusqu'au céleste séjour.

TE LODIAMO, TRINITÀ


Deutsch
L'assemblea:

1  Großer Gott, wir loben dich;
Herr, wir preisen deine Stärke.
Vor dir neigh die Erde sich
und bewundert deine Werke.
Wie du warst vor aller Zeit, so bleibst
du in Ewigkeit.

2  Alles, was dich preisen kann,
Cherubim und Seraphinen
stimmen dir ein Loblied an;
alle Engel, die dir dienen,
rufen dir stets ohne Ruh:
Heilig, heilig, heilig! zu.



Introduzione


Fratelli e sorelle, siamo qui riuniti in preghiera per partecipare alla solenne Canonizzazione dei Beati:

* * *


Hermanos y hermanas, estamos reunidos aquí en oración para participar en la solemne Canonización de los Beatos:

* * *


Frères et soeurs, nous sommes réunis ici dans la prière pour participer à la Canonisation des Bienheureux:

* * *


Brothers and sisters, we are gathered in prayer to participate in the solemn Canonization of Blessed:

– GUIDO MARIA CONFORTI, Vescovo, Fondatore della Pia Società di San Francesco Saverio per le missioni estere;

– LUIGI GUANELLA, Presbitero, Fondatore della Congregazione dei Servi della Carità e dell’Istituto Figlie di Santa Maria della Provvidenza;

– BONIFACIA RODRÍGUEZ DE CASTRO, Vergine, Fondatrice Della Congregazione delle Serve di San Giuseppe.

Ascoltiamo alcuni pensieri che questi Beati ci hanno lasciato, riflettiamo su di essi e preghiamo esprimendo a Dio la nostra gioia e la nostra riconoscenza.

* * *


Escuchemos algunos pensamientos que estos Beatos nos han dejado, reflexionemos sobre ellos y oremos expresando a Dios nuestra alegría y nuestro reconocimiento.

* * *


Écoutons quelques pensées que ces Bienheureux nous ont laissées, méditons-les, et prions Dieu, en lui exprimant notre joie et notre reconnaissance.

* * *


Let us listen to some thoughts left to us by these Blessed. Let us reflect on them and pray to God, expressing our joy and gratitude.




GUIDO MARIA CONFORTI


Pensieri


Dagli scritti:

– Il Missionario è la personificazione più bella e sublime della vita ideale. Egli ha contemplato in spirito Gesù Cristo che addita agli Apostoli il mondo da conquistare al Vangelo, non già colla forza delle armi, ma colla persuasione e coll’amore e ne è rimasto rapito. Armato unicamente della croce di Cristo, è pronto sempre a versare il proprio sangue, se questo sarà necessario per il bene dei fratelli, anzi col desiderio in cuore di suggellare col martirio il proprio apostolato.

– The distinguishing characteristic of the present and future members of the Society must be the result of the following components: a spirit of living faith which enables us to see God, seek God, love God in all things, intensifying our desire to spread his kingdom everywhere; a spirit of prompt and ready obedience …, a spirit of intense love for our religious family… and for all its members.

– Si tous doivent ressentir le devoir de venir en aide à leurs frères selon le précepte évangélique, nous devons le ressentir de manière particulière nous qui avons été constitués prêtres pour le salut des âmes sauvées par le Divin Sang… Le prêtre est essentiellement missionnaire.

– Para os ricos e para os pobres, para os justos e para os pecadores, para aqueles que sofrem, que riem, por aqueles que indistintamente pertencem a esta eleita porção do rebanho de Cristo, devo sentir carinho de padre, ou, para usar a incisiva frase do Apostolo, vísceras de mãe que aperta ao seio seu próprio filho.


Preghiera

Dio, Padre di tutte le genti,
che nello Spirito del tuo Figlio
sei origine di tutto ciò che è buono e santo,

Ti lodiamo
per la vita del tuo servo
Guido Maria Conforti.

Egli, contemplando nel tuo Figlio crocifisso
il tuo amore per ogni creatura,
ha dedicato tutto se stesso

all’urgenza dell’annuncio del Vangelo.
Ti ringraziamo
per averlo dato ai Missionari Saveriani

come Padre,
alla Chiesa come Pastore e Missionario,
a tutti come esempio di virtù
e modello di santità.
Ti preghiamo
per sua intercessione,

accresci la nostra fede perché possiamo
essere annunciatori del tuo amore,
testimoni di speranza

e costruttori del tuo Regno.
A te la lode e la gloria nei secoli.

R.  Amén.

Canto


1  Guido Conforti, lo Spirito ti scelse
pastore di due greggi.
Lo sguardo e il cuore rivolti al Cristo in croce
udisti la sua voce.

R  La tua famiglia diffusa in tutto il mondo
proteggi e benedici! (4 v.)

2  L’amor di Cristo ti spinse e t’ispirò
ad annunziarlo al mondo.
“Cristo in tutti” e “in tutto veder Dio”
sono la tua consegna  R.

3  A noi tuoi figli ancora parla e svela
l’audace tuo disegno:
dire al mondo il vangelo di Cristo
e diffondere il suo Regno  R.

4  Il mondo intero diventi una famiglia
in cui regni la pace.
Ed alla mensa di Cristo, Pane vivo,
si adunino le genti  R.

LUIGI GUANELLA


Pensieri




IL CAMMINO VERSO LA SANTITÀ

Non si richiedono cose impossibili perché uno divenga santo. Basta solo che egli esegua con santa intenzione tutte le opere che sono del proprio stato [...] può parer difficile, ma non si richiede che vi pensiamo in ogni istante. Basta che indirizziamo con il cuore a Dio le opere nostre, sopratutto, al mattino e nella giornata, prima di iniziare le opere di maggior rilievo che richiedono più speciale attenzione. Così fa il viaggiatore: egli di buon mattino pensa al viaggio e si dirige verso la meta. [...]

Quando sopravviene una difficoltà di sentiero o incertezza di cammino, allora si guardi con maggior attenzione alla patria e là continuiamo a camminare.

Così facendo, certamente alla sera della nostra vita anche noi entreremo per la soglia della nostra patria, il Paradiso. Così sia, così sia!

PATERNITÀ DI DIO

Fortunati noi che, nella legge della grazia, possiamo parlare a Dio con affetto di figli.

Dio ti ama e ti fa udire la sua voce amorevole: “Io amo gli uomini, li amo tutti perché sono fattura delle mie mani”.

Volete una regola per vivere felicemente su questa terra? La regola è lasciarsi governare da Dio.

MANIFESTED IN JESUS

The heart of Jesus is a father’s heart.

To save men and women Jesus Christ worked that miracle of love which astonished Heaven and earth: the Eucharist. Receive (Holy Communion), because love wants a response of love.

TESTEMUNHADO POR MARIA

No cenáculo Maria te ensina que, para rezar bem, precisamos do auxílio do Espírito Santo.

Alegremo-nos ao recordar que Maria é cheia de graça. E se ela é cheia, repleta... ó como devemos crescer, também nós, na confidência e no afeto!

POR SAN JOSÉ

¡La cuestión social tiene necesidad de un abogado de la fuerza de San José para superar las peligrosas crisis por las que atraviesa la sociedad y para poner como base del organismo general la fe y la caridad de Cristo!

NELLLA VITA VISSUTA DAL CRISTIANO

Un cuore cristiano che crede e che sente non può passare innanzi alle indigenze del povero senza soccorrervi.


Preghiera


Signore Gesù,
Tu sei venuto sulla terra
per offrire a tutti l’amore del Padre

e per essere sostegno e conforto
per i piccoli e i sofferenti.
Ti ringraziamo per averci donato

il tuo servo fedele,
don Luigi Guanella,
come eco stupenda dell’amore di Dio.

Fa’ che l’esempio della sua vita
possa risplendere in tutto il mondo
a gloria di Dio Padre e

a soccorso del popolo cristiano.
Fa’ che possiamo imitare le sue virtù:
l’ardente pietà verso l’Eucaristia,

la confidenza serena nella Provvidenza,
la carità tenera verso i più poveri,
la passione pastorale per il tuo popolo,

affinché, insieme a lui,
possiamo ricevere il premio di gioia
che hai preparato nella casa del Padre.

R.  Amén.

Canto


DON GUANELLA SEI IN GESÙ


1  Gloria a Te, Signore Gesù,
amore che è Trinità
e da Te, Luigi imparò
dal vivo la tua bontà.

Come Te amò in povertà,
i buoni figli di Dio,
così anch io darò la vita con lui,
maestro di umanità.

R  Santo, tu sei nel cielo,
e padre di carità.
Sei tu il pane dell’umiltà,
don Guanella sei in Gesù.

2  Grande è in lui la gioia che dà
servire in tutti il Signore.
Solo questa è la sua eredità:
«gli ultimi sono tra voi»  R.

3  Nasce in noi la comunità di Provvidenza e di Carità.
Dentro noi sarà ogni uomo e Gesù,
vivendo nell unità  R.

Santo, tu sei nel cielo,
e padre di carità.
Sei tu il pane dell umiltà
don Guanella sei in Gesù,
servo della Carità.

BONIFACIA RODRÍGUEZ DE CASTRO


Pensamientos




SEGUIMIENTO DE JESÚS

Solista:

Anda buscando Jesús quien le ame, quien le siga. Si nosotras no seguimos sus huellas, ¿quién le seguirá?

- Os quiero decir con santa franqueza que debéis atender más al carácter de vuestras hermanas que cada una al vuestro, más debéis respetar los gustos de las otras que cada una el vuestro, pues debemos ser todas para todas, siguiendo a Jesús, que olvida su condición y su rango de Dios y se hizo pequeño como los hombres, porque vino a servirlos y no a ser servido por ellos.

- ¡Cuánto tenemos que aprender de Jesús, sobre todo contemplándolo en su pasión! ¡Qué ejemplos nos da! ¿Por qué al verlo a El tan callado sufriendo y padeciendo no guardamos nosotras ese precioso silencio? Cuando el Evangelio refiere las calumnias de que acusaban al Señor, dice que Jesús callaba. Pues calló, Hermanas, para enseñarnos a todos a guardar silencio.

HERMANAR ORACIÓN Y TRABAJO COMO EN NAZARET

Solista:

Anda buscando Jesús quien le ame, quien le siga. Si nosotras no seguimos sus huellas, ¿quién le seguirá?

- Para estar unidas con Dios no hay mejor cosa que andar siempre en su presencia. Dios está delante de mí y yo delante de El: me está viendo, me está animando. Si nunca se apartase de nosotras esta idea, ¿con qué fervor haríamos todas las cosas? ¿cómo aprovecharíamos todos los instantes que nos concede su bondad?

- Hijas, que no tenemos otras rentas que el trabajo y en él hemos de mirar el ejemplo del Taller de Nazaret. ¿Cómo trabajaría nuestro Padre San José para sustentar a María y a Jesús? Y estos, ¿cómo aliviarían a nuestro Padre en su penoso trabajo? La Sagrada Familia ha de ser nuestro modelo.



Passages from her biography


FEATURES THAT CHARACTERIZE HER LIFE OF FAITH

Soloist:

Jesus goes searching for those who would love Him. If we do not follow His footsteps, who will follow them?

- Bonifacia Rodríguez de Castro is a witness to great gospel values: She lived the commandment of God with total generosity, making of sisterly love the seal of her identity. God was for her a loving Father who provides, in whom she abandoned herself “filled with faith and trust” all throughout her life. This faith and trust in God had made her strong and resilient in the face of contradictions.

- She forgave and overlooked humiliation, calumny and injustice. Never was she heard with the least complaint, considering herself blest to be able to imitate the silence of the Lord and his charity in forgiving those who crucified him.

RELEVANCE OF HER SPIRITUALITY AND MISSION

Soloist:

Jesus goes searching for those who would love Him. If we do not follow His footsteps, who will follow them?

- Her specific contribution to the spirituality of the Church is the following of Jesus in his years spent in Nazareth, harmonizing prayer with work in the simplicity of daily life. “To harmonize prayer and work”, which is the core of her spirituality, is an original intuition of Francisco Butinyà who, as a good Jesuit, tried to contemporize for the world of work of the 19th century the call to “seek and find God in all things” of St. Ignatius.

- The central feature of the mission of Bonifacia aims at protecting the poor women workers at risk, creating spaces for life and work where the living out of Nazareth is converted into a means of evangelization and development where their dignity is recognized. The mission of Bonifacia is not finished: in God she looks after the dignity of the women workers of the world.


Oración


Padre nuestro, que nos llamas a la vida:
Gracias por beata Bonifacia
que, siguiendo a Jesús, trabajador en Nazaret,
se encontró contigo
en su trabajo cotidiano hermanado con la oración
al servicio de la mujer trabajadora pobre.

Que mirando a Nazaret, como ella,
vivamos nuestro trabajo como un ámbito de experiencia de fe
y en él tejamos relaciones humanizadoras y fraternas
que potencien la dignificación de la persona,
comprometiéndonos a favor de un mundo más justo y solidario.

Contamos con tu ayuda
pues sabemos que estás siempre a nuestro lado.

R  Amén.

Esecuzione musicale

III


CELEBRAZIONE EUCARISTICA


RITI DI INTRODUZIONE


Tu es Petrus


Mt 16, 18-19

La schola:

Tu es Petrus, et super hanc petram ædificabo Ecclesiam meam, et portæ inferi non prævalebunt adversus eam, et tibi dabo claves regni cælorum.

La schola:

Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli.



Antifona d’ingresso


Sal 104, 3-4. 1-2

La schola:

La schola e l’assemblea:



La schola:

1.  Confitemini Domino, et invocate
nomen eius; annuntiate
inter gentes opera eius  R.

2  Cantate ei, et psallite ei; narrate
omnia mirabilia eius  R.

La schola:

1  Rendete grazie al Signore
e invocate il suo nome, proclamate
fra i popoli le sue opere.

2  A lui cantate, a lui inneggiate,
meditate tutte le sue meraviglie.



Il Santo Padre:

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti.


R.  Amén.

Il Santo Padre:

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Amen.



Pax vobis.

R  Et cum spiritu tuo.

La pace sia con voi.

E con il tuo spirito.



Atto penitenziale


Il Santo Padre:

Fratres, agnoscamus peccata nostra, ut apti simus ad sacra mysteria celebranda.

Il Santo Padre:

Fratelli, per celebrare degnamente i santi misteri, riconosciamo i nostri peccati.



Breve pausa di silenzio.

Il cantore e la schola:

Qui diligis nos et solvis nos a peccatis: Kyrie, eleison.

Il cantore e la schola:

Tu che ci ami e ci liberi dai peccati: Signore, pietà.





Il cantore e la schola:

Qui fecisti nos regnum et sacerdotes Deo et Patri tuo: Christe, eleison.

Il cantore e la schola:

Tu che hai fatto di noi un regno di sacerdoti per il tuo Dio e Padre: Cristo, pietà.





Il cantore e la schola:

Qui es Alpha et Omega, qui es et qui eras et qui venturus es: Kyrie, eleison.

Il cantore e la schola:

Tu che sei l’Alfa e l’Omega, colui che è, che era e che viene: Signore, pietà.





Il Santo Padre:

Misereatur nostri omnipotens Deus et, dimissis peccatis nostris, perducat nos ad vitam æternam.

R.  Amén.

Il Santo Padre:

Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna.

Amen.



RITO DELLA CANONIZZAZIONE


Il Cardinale Angelo Amato, S.D.B., Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, accompagnato dai Postulatori, si reca dal Santo Padre e domanda che si proceda alla Canonizzazione dei Beati Guido Maria Conforti, Luigi Guanella e Bonifacia Rodríguez De Castro:

Beatissime Pater, postulat Sancta Mater Ecclesia per Sanctitatem Vestram Catalogo Sanctorum adscribi, et tamquam Sanctos ab omnibus christifidelibus pronunciari Beatos Guidonem Mariam Conforti, Aloisium Guanella et Bonifatiam Rodríguez De Castro.

Beatissimo Padre, la Santa Madre Chiesa chiede che Vostra Santità iscriva i Beati Guido Maria Conforti, Luigi Guanella e Bonifacia Rodríguez De Castro nell’Albo dei Santi, e come tali siano invocati da tutti i cristiani.



Il Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi presenta brevemente le biografie dei Beati che vengono proclamati Santi.

Litanie dei Santi


Il Santo Padre:

Fratres sororesque carissimi, Deo Patri omnipotenti preces nostras per Iesum Christum levemus. Pro nobis intercedant Beata Virgo Maria et omnes Sancti, ut Spiritus Sanctus mentes nostras illuminet atque Christi lux in Ecclesia splendeat, quæ quorundam ex suis filiis sanctitatem proclamat.

Il Santo Padre:

Fratelli e sorelle carissimi, eleviamo le nostre preghiere a Dio Padre onnipotente per mezzo di Gesù Cristo. Intercedano per noi la Beata Vergine Maria e tutti i Santi, perché lo Spirito Santo illumini la nostra mente e la luce di Cristo risplenda nella Chiesa, che proclama la santità di alcuni dei suoi figli.



Litaniæ Sanctorum


La schola e l’assemblea:








 
Sancte Ioannes Baptista, R.  ora pro nobis.
Sancte Ioseph, R.  ora pro nobis.
Sancti Petre et Paule, R.  orate pro nobis.
 
Sancte Andrea, R.  ora pro nobis.
Sancte Ioannes, R.  ora pro nobis.
Sancta Maria Magdalena, R.  ora pro nobis.
 
Sancte Stephane, R.  ora pro nobis.
Sancte Ignati Antiochene, R.  ora pro nobis.
Sancte Laurenti, R.  ora pro nobis.
 
Sanctæ Perpetua et Felicitas, R.  orate pro nobis.
Sancta Agnes, R.  ora pro nobis.
Sancte Gregori, R.  ora pro nobis.
 
Sancte Augustine, R.  ora pro nobis.
Sancte Athanasi, R.  ora pro nobis.
Sancte Basili, R.  ora pro nobis.
 
Sancte Martine, R.  ora pro nobis.
Sancte Benedicte, R.  ora pro nobis.
Sancte Francisce et Dominice,R.  orate pro nobis.
 
Sancte Francisce Xavier, R.  ora pro nobis.
Sancte Ioannes Maria Vianney, R.  ora pro nobis.
Sancta Catharina Senensis, R.  ora pro nobis.
 
Sancta Teresia a Iesu, R.  ora pro nobis.
Omnes Sancti et Sanctæ Dei, R.  orate pro nobis.




 
Ab omni malo, R.  libera nos, Domine.
Ab omni peccato, R.  libera nos, Domine.
A morte perpetua, R.  libera nos, Domine.
 
Per incarnationem tuam, R.  libera nos, Domine.
Per mortem et resurrectionem tuam, R.  libera nos, Domine.
Per effusionem Spiritus Sancti, R.  libera nos, Domine.




 
Ut Ecclesian tuam sanctam regere et conservare digneris, R.  te rogamus, audi nos.
Ut Domnum apostolicum et omnes ecclesiasticos ordines in sancta religione conservare digneris,R.  te rogamus, audi nos.
Ut operarios in messem tuam mittere digneris,R.  te rogamus, audi nos.
 
Ut cunctis populis pacem et veram concordiam donare digneris, R.  te rogamus, audi nos.
Ut nosmetipsos in tuo sancto servitio confortare et conservare digneris, R.  te rogamus, audi nos.
Iesu, Fili Dei vivi, R.  te rogamus, audi nos.




Il Santo Padre:

Preces populi tui, quæsumus, Domine, benignus admitte; et Spiritus tui luce mentes nostras dignanter illustra: ut quod famulatu nostro gerimus et tibi placeat et Ecclesiæ tuæ proficiat incrementis.

Per Christum Dominum nostrum.

R.  Amén.

Il Santo Padre:

Ti preghiamo, Signore: accogli, nella tua bontà, le preghiere del tuo popolo e illumina le nostre menti con la luce del tuo Spirito, affinché ti sia gradito il nostro devoto servizio e giovi al progresso della tua Chiesa.

Per Cristo nostro Signore.

Amen.



Formula di Canonizzazione


Il Santo Padre:

Ad honorem Sanctæ et Individuæ Trinitatis, ad exaltationem fidei catholicæ et vitæ christianæ incrementum, auctoritate Domini nostri Iesu Christi, beatorum Apostolorum Petri et Pauli ac Nostra, matura deliberatione præhabita et divina ope sæpius implorata, ac de plurimorum Fratrum Nostrorum consilio, Beatos Guidonem Mariam Conforti, Aloisium Guanella et Bonifatiam Rodríguez De Castro Sanctos esse decernimus et definimus, ac Sanctorum Catalogo adscribimus, statuentes eos in universa Ecclesia inter Sanctos pia devotione recoli debere.

In nomine Patris et Filii et Spiritus Sancti.

Il Santo Padre:

Ad onore della Santissima Trinità, per l’esaltazione della fede cattolica e l’incremento della vita cristiana, con l’autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei Santi Apostoli Pietro e Paolo e Nostra, dopo aver lungamente riflettuto, invocato più volte l’aiuto divino e ascoltato il parere di molti Nostri Fratelli nell’Episcopato, dichiariamo e definiamo Santi i Beati Guido Maria Conforti, Luigi Guanella e Bonifacia Rodríguez De Castro e li iscriviamo nell’Albo dei Santi e stabiliamo che in tutta la Chiesa essi siano devotamente onorati tra i Santi.


Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.





Vengono collocate accanto all’altare le reliquie dei nuovi Santi.



La schola:

Tibi laus, Domine, tibi gloria: in cælestibus ædibus, gloria et honore coronati, fulgent Servi tui Sancti et pro nobis exsistunt intercessores benigni.

La schola:

Lode e gloria a te, Signore: nella dimora dei Santi, coronati di gloria e di onore, splendono i tuoi Servi Santi e intercedono per noi.



La schola e l’assemblea:  Alleluia, alleluia, alleluia.

Il Cardinale Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, con i Postulatori, ringrazia il Santo Padre:

Beatissime Pater, nomine Sanctæ Ecclesiæ enixas gratias ago de pronuntiatione a Sanctitate Vestra facta ac humiliter peto ut eadem Sanctitas Vestra super peracta Canonizatione Litteras Apostolicas dignetur decernere.

Il Santo Padre:

Decernimus.

Beatissimo Padre, a nome della Santa Chiesa ringrazio Vostra Santità per la proclamazione e Vi prego di voler disporre che venga redatta la Lettera Apostolica circa la Canonizzazione avvenuta.


Il Santo Padre:

Lo ordiniamo.



Il Cardinale Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi e i Postulatori scambiano un abbraccio di pace con il Santo Padre.

Gloria


(De Angelis)


Orazione colletta


Il Santo Padre:

Oremus.
Omnipotens sempiterne Deus, da nobis fidei, spei et caritatis augmentum, et, ut mereamur assequi quod promittis, fac nos amare quod præcipis. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum, qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti, Deus, per omnia sæcula sæculorum.

R.  Amén.

Il Santo Padre:

Preghiamo.
Dio onnipotente ed eterno, accresci in noi la fede, la speranza e la carità, e perché possiamo ottenere ciò che prometti, fa’ che amiamo ciò che comandi. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.

Amen.



LITURGIA DELLA PAROLA


Prima lettura


Es 22, 20-26

Se maltratterete la vedova e l’orfano, la mia ira si accenderà contro di voi.

A reading from the book of Exodus

The Lord said to Moses, ‘Tell the sons of Israel this, “You must not molest the stranger or oppress him, for you lived as strangers in the land of Egypt. You must not be harsh with the widow, or with the orphan; if you are harsh with them, they will surely cry out to me, and be sure I shall hear their cry; my anger will flare and I shall kill you with the sword, your own wives will be widows, your own children orphans.

“If you lend money to any of my people, to any poor man among you, you must not play the usurer with him: you must not demand interest from him.

“If you take another’s cloak as a pledge, you must give it back to him before sunset. It is all the covering he has; it is the cloak he wraps his body in; what else would he sleep in? If he cries to me, I will listen, for I am full of pity.”’

Dal libro dell’Èsodo

Così dice il Signore: «Non molesterai il forestiero né lo opprimerai, perché voi siete stati forestieri in terra d’Egitto. Non maltratterai la vedova o l’orfano. Se tu lo maltratti, quando invocherà da me l’aiuto, io darò ascolto al suo grido, la mia ira si accenderà e vi farò morire di spada: le vostre mogli saranno vedove e i vostri figli orfani.



Se tu presti denaro a qualcuno del mio popolo, all’indigente che sta con te, non ti comporterai con lui da usuraio: voi non dovete imporgli alcun interesse.

Se prendi in pegno il mantello del tuo prossimo, glielo renderai prima del tramonto del sole, perché è la sua sola coperta, è il mantello per la sua pelle; come potrebbe coprirsi dormendo? Altrimenti, quando griderà verso di me, io l’ascolterò, perché io sono pietoso».





R  De- o gra- ti- as.

Parola di Dio.

Rendiamo grazie a Dio.

Salmo responsoriale


dal Salmo 17

Il salmista:



Ti amo, Signore, mia forza.

L’assemblea ripete:  Diligam te, Domine, fortitudo mea.

1  Ti amo, Signore, mia forza,
Signore, mia roccia,
mia fortezza, mio liberatore  R.

2  Mio Dio, mia rupe, in cui mi rifugio;
mio scudo, mia potente salvezza e mio baluardo.
Invoco il Signore, degno di lode,
e sarò salvato dai miei nemici  R.

3  Viva il Signore e benedetta la mia roccia,
sia esaltato il Dio della mia salvezza.
Egli concede al suo re grandi vittorie,
si mostra fedele al suo consacrato  R.

Seconda lettura


1 Ts 1, 5c-10

Vi siete convertiti dagli idoli, per servire Dio e attendere il suo Figlio

Lectura de la primera carta del apóstol san Pablo a los Tesalonicences

Hermanos: Sabéis cuál fue nuestra actuación entre vosotros para vuestro bien. Y vosotros seguisteis nuestro ejemplo y el del Señor, acogiendo la Palabra entre tanta lucha con la alegría del Espíritu Santo. Así llegasteis a ser un modelo para todos los creyentes de Macedonia y de Acaya.

Desde vuestra comunidad, la Palabra del Señor ha resonado no sólo en Macedonia y en Acaya, sino en todas partes; vuestra fe en Dios había corrido de boca en boca, de modo que nosotros no tengamos necesidad de explicar nada, ya que ellos mismos cuentan los detalles de la visita que os hicimos: cómo, abandonando los ídolos, os volvisteis a Dios, para servir al Dios vivo y verdadero, y vivir aguardando la vuelta de su Hijo Jesús desde el cielo, a quien ha resucitado de entre los muertos y que os libra del castigo futuro.

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Tessalonicési

Fratelli, ben sapete come ci siamo comportati in mezzo a voi per il vostro bene. E voi avete seguito il nostro esempio e quello del Signore, avendo accolto la Parola in mezzo a grandi prove, con la gioia dello Spirito Santo, così da diventare modello per tutti i credenti della Macedònia e dell’Acàia.


Infatti per mezzo vostro la parola del Signore risuona non soltanto in Macedonia e in Acaia, ma la vostra fede in Dio si è diffusa dappertutto, tanto che non abbiamo bisogno di parlarne. Sono essi infatti a raccontare come noi siamo venuti in mezzo a voi e come vi siete convertiti dagli idoli a Dio, per servire il Dio vivo e vero e attendere dai cieli il suo Figlio, che egli ha risuscitato dai morti, Gesù, il quale ci libera dall’ira che viene.





Parola di Dio.

Rendiamo grazie a Dio.



Acclamazione al Vangelo


Il Diacono porta solennemente il Libro dei Vangeli all’ambone

La schola:



L’assemblea ripete:  Alleluia, alleluia, alleluia.

La schola:                    Gv 14, 23

Si quis diligit me, sermonem meum servabit, dicit Dominus; et Pater meus diliget eum, et ad eum veniemus et mansionem apud eum faciemus.

La schola:                    Gv 14, 23

Se uno mi ama, osserverà la mia parola, dice il Signore, e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui.



L’assemblea ripete:  Alleluia, alleluia, alleluia.

Vangelo


Mt 22, 34-40

Amerai il Signore tuo Dio, e il tuo prossimo come te stesso

V  Dominus vobiscum.

R  Et cum spiritu tuo.

†  Lectio sancti Evangelii secundum Matthæum.

R  Gloria tibi, Domine.

In illo tempore: Pharisæi audientes quod silentium imposuisset Iesus sadducæis convenerunt in unum. Et interrogavit unus ex eis legis doctor tentans eum: «Magister, quod est mandatum magnum in Lege?».

Ait autem illi: «Diliges Dominum Deum tuum in toto corde tuo et in tota anima tua et in tota mente tua: hoc est magnum et primum mandatum. Secundum autem simile est huic: Diliges proximum tuum sicut teipsum. In his duobus mandatis universa Lex pendet et Prophetæ».

Il Signore sia con voi.

E con il tuo spirito.

Dal Vangelo secondo Matteo.

Gloria a te, o Signore.

In quel tempo, i farisei, avendo udito che Gesù aveva chiuso la bocca ai sadducèi, si riunirono insieme e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova: «Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?».

Gli rispose: «“Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”. Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».





Parola del Signore.

Il Diacono greco:

Σοφία: ỏρθοί, ἀκούσωμεν τοῦ ἀγίου Εὐαγγελίου.

Il Santo Padre:

Είρήνη πᾶσι.

Lode a te, o Cristo.

Il Diacono greco:

Sapienza! Ascoltiamo in piedi il santo Vangelo.

Il Santo Padre:

La pace sia con voi.



Il coro:

E con il tuo Spirito.

Il Diacono:

Ἐκ τοῦ κατὰ Ματθαίον ἀγίου Εὐαγγελίου τὸ ἀνάγνῳσμα.

Il Diacono:

Lettura del santo Vangelo secondo Matteo.

Il coro:



Gloria a te, Signore, gloria a te.

Il Diacono:

Πρόσχωμεν.                      Stiamo attenti!

Οἱ δὲ Φαρισαῖοι ἀκούσαντες ὅτι ἐφίμωσεν τοὺς Σαδδουκαίους συνήχθησαν ἐπὶ τὸ αὐτό, καὶ ἐπηρώτησεν εἷς ἐξ αὐτῶν νομικὸς πειράζων αὐτόν: διδάσκαλε, ποία ἐντολὴ μεγάλη ἐν τῷ νόμῳ; ὁ δὲ ἔφη αὐτῷ: ἀγαπήσεις κύριον τὸν θεόν σου ἐν ὅλῃ καρδίᾳ σου καὶ ἐν ὅλῃ τῇ ψυχῇ σου καὶ ἐν ὅλῃ τῇ διανοίᾳ σου. αὕτη ἐστὶν ἡ μεγάλη καὶ πρώτη ἐντολή. δευτέρα ὁμοία αὐτῇ: ἀγαπήσεις τὸν πλησίον σου ὡς σεαυτόν. ἐν ταύταις ταῖς δυσὶν ἐντολαῖς ὅλος ὁ νόμος κρέμαται καὶ οἱ προφῆται.

Il coro:



Gloria a te, Signore, gloria a te.

Il Santo Padre bacia il Libro dei Vangeli e benedice con esso l’assemblea.

Il coro:

Ad multos annos, Padre Santo.

Omelia


Silenzio per la riflessione personale

Credo


(III)


Il Santo Padre:                    La schola:



















LITURGIA EUCARISTICA


Alcuni fedeli portano al Santo Padre le offerte per il sacrificio

Canto di offertorio


LÆTAMINI IN DOMINO


Sal 31, 11

La schola:

Lætamini in Domino et exsultate, iusti: et gloriamini, omnes recti corde, alleluia, alleluia.

Il Santo Padre:

Orate, fratres: ut meum ac vestrum sacrificium acceptabile fiat apud Deum Patrem omnipotentem.

R  Suscipiat Dominus sacrificium de manibus tuis ad laudem et gloriam nominis sui, ad utilitatem quoque nostram totiusque Ecclesiæ suæ sanctæ.

La schola:

Rallegratevi nel Signore ed esultate, o giusti! Voi tutti, retti di cuore, gridate di gioia, alleluia, alleluia!

Il Santo Padre:

Pregate, fratelli, perché il mio e vostro sacrificio sia gradito a Dio, Padre onnipotente.

Il Signore riceva dalle tue mani questo sacrificio a lode e gloria del suo nome, per il bene nostro e di tutta la sua santa Chiesa.



Orazione sulle offerte


Il Santo Padre:

Respice, quæsumus, Domine, munera quæ tuæ offerimus maiestati, ut, quod nostro servitio geritur, ad tuam gloriam potius dirigatur.


Per Christum Dominum nostrum.

R.  Amén.

Il Santo Padre:

Guarda, Signore, i doni che ti presentiamo: quest’offerta, espressione del nostro servizio sacerdotale, salga fino a te e renda gloria al tuo nome.

Per Cristo nostro Signore.

Amen.



PREGHIERA EUCARISTICA


Prefazio


Il mistero pasquale e il popolo di Dio

Il Santo Padre:

Dominus vobiscum.

Il Signore sia con voi.



V  Sursum corda.

In alto i nostri cuori.



V  Gratias agamus Domino Deo nostro.

Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio.



Vere dignum et iustum est, æquum et salutare, nos tibi semper et ubique gratias agere: Domine, sancte Pater, omnipotens æterne Deus: per Christum Dominum nostrum.

Cuius hoc mirificum fuit opus per paschale mysterium, ut de peccato et mortis iugo ad hanc gloriam vocaremur, qua nunc genus electum, regale sacerdotium, gens sancta et acquisitionis populus diceremur, et tuas annuntiaremus ubique virtutes, qui nos de tenebris ad tuum admirabile lumen vocasti.

Et ideo cum Angelis et Archangelis, cum Thronis et Dominationibus, cumque omni militia cælestis exercitus, hymnum gloriæ tuæ canimus, sine fine dicentes:

È veramente cosa buona e giusta renderti grazie e innalzare a te l’inno di benedizione e di lode, Dio onnipotente ed eterno, per Cristo nostro Signore.


Mirabile è l’opera da lui compiuta nel mistero pasquale: egli ci ha fatti passare dalla schiavitù del peccato e della morte alla gloria di proclamarci stirpe eletta, regale sacerdozio, gente santa, popolo di sua conquista, per annunziare al mondo la tua potenza, o Padre, che dalle tenebre ci hai chiamati allo splendore della tua luce.

Per questo mistero di salvezza, uniti ai cori degli angeli, proclamiamo esultanti la tua lode:



Sanctus


(De Angelis)


La schola:              L’assemblea:



La schola:

Pleni sunt cæli et terra gloria tua.

L’assemblea:



La schola:

Benedictus qui venit in nomine Domini.

L’assemblea:



Preghiera eucaristica III


Il Santo Padre:

Vere Sanctus es, Domine, et merito te laudat omnis a te condita creatura, quia per Filium tuum, Dominum nostrum Iesum Christum, Spiritus Sancti operante virtute, vivificas et sanctificas universa, et populum tibi congregare non desinis, ut a solis ortu usque ad occasum oblatio munda offeratur nomini tuo.

Il Santo Padre e i Concelebranti:

Supplices ergo te, Domine, deprecamur, ut hæc munera, quæ tibi sacranda detulimus, eodem Spiritu sanctificare digneris, ut Corpus et Sanguis fiant Filii tui Domini nostri Iesu Christi, cuius mandato hæc mysteria celebramus.

Ipse enim in qua nocte tradebatur accepit panem et tibi gratias agens benedixit, fregit, deditque discipulis suis, dicens:

Accipite et manducate ex hoc omnes: hoc est enim Corpus meum, quod pro vobis tradetur.

Il Santo Padre:

Padre veramente santo, a te la lode da ogni creatura. Per mezzo di Gesù Cristo, tuo Figlio e nostro Signore, nella potenza dello Spirito Santo fai vivere e santifichi l’universo, e continui a radunare intorno a te un popolo, che da un confine all’altro della terra offra al tuo nome il sacrificio perfetto.


Il Santo Padre e i Concelebranti:

Ora ti preghiamo umilmente: manda il tuo Spirito a santificare i doni che ti offriamo, perché diventino il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo, tuo Figlio e nostro Signore, che ci ha comandato di celebrare questi misteri.

Nella notte in cui fu tradito, egli prese il pane, ti rese grazie con la preghiera di benedizione, lo spezzò, lo diede ai suoi discepoli, e disse:

Prendete, e mangiatene tutti: questo è il mio Corpo offerto in sacrificio per voi.



Il Santo Padre presenta al popolo l’ostia consacrata e genuflette in adorazione

Simili modo, postquam cenatum est, accipiens calicem, et tibi gratias agens benedixit, deditque discipulis suis, dicens:

Accipite et bibite ex eo omnes: hic est enim calix Sanguinis mei novi et æterni testamenti, qui pro vobis et pro multis effundetur in remissionem peccatorum.

Hoc facite in meam commemorationem.

Dopo la cena, allo stesso modo, prese il calice, ti rese grazie con la preghiera di benedizione, lo diede ai suoi discepoli, e disse:

Prendete, e bevetene tutti: questo è il calice del mio Sangue per la nuova ed eterna alleanza, versato per voi e per tutti in remissione dei peccati.

Fate questo in memoria di me.



Il Santo Padre presenta al popolo il calice e genuflette in adorazione

Il Santo Padre:

Mysterium fidei.

Il Santo Padre:

Mistero della fede.



L’assemblea:



Annunziamo la tua morte, Signore, proclamiamo la tua risurrezione, nell’attesa della tua venuta.

Il Santo Padre e i Concelebranti:

Memores igitur, Domine, eiusdem Filii tui salutiferæ passionis necnon mirabilis resurrectionis et ascensionis in cælum, sed et præstolantes alterum eius adventum, offerimus tibi, gratias referentes, hoc sacrificium vivum et sanctum.

Respice, quæsumus, in oblationem Ecclesiæ tuæ et, agnoscens Hostiam, cuius voluisti immolatione placari, concede, ut qui Corpore et Sanguine Filii tui reficimur, Spiritu eius Sancto repleti, unum corpus et unus spiritus inveniamur in Christo.


Un Concelebrante:

Ipse nos tibi perficiat munus æternum, ut cum electis tuis hereditatem consequi valeamus, in primis cum beatissima Virgine, Dei Genetrice, Maria, cum beatis Apostolis tuis et gloriosis Martyribus, cum Sanctis Guidone Maria, Aloisio et Bonifatia et omnibus Sanctis, quorum intercessione perpetuo apud te confidimus adiuvari.

Un altro Concelebrante:

Hæc Hostia nostræ reconciliationis proficiat, quæsumus, Domine, ad totius mundi pacem atque salutem. Ecclesiam tuam, peregrinantem in terra, in fide et caritate firmare digneris cum famulo tuo Papa nostro Benedicto, cum episcopali ordine et universo clero et omni populo acquisitionis tuæ.

Votis huius familiæ, quam tibi astare voluisti, adesto propitius.

Omnes filios tuos ubique dispersos tibi, clemens Pater, miseratus coniunge.

Fratres nostros defunctos et omnes qui, tibi placentes, ex hoc sæculo transierunt, in regnum tuum benignus admitte, ubi fore speramus, ut simul gloria tua perenniter satiemur, per Christum Dominum nostrum, per quem mundo bona cuncta largiris.

Il Santo Padre e i Concelebranti:

Celebrando il memoriale del tuo Figlio, morto per la nostra salvezza, gloriosamente risorto e asceso al cielo, nell’attesa della sua venuta ti offriamo, Padre, in rendimento di grazie questo sacrificio vivo e santo.

Guarda con amore e riconosci nell’offerta della tua Chiesa, la vittima immolata per la nostra redenzione; e a noi, che ci nutriamo del Corpo e Sangue del tuo Figlio, dona la pienezza dello Spirito Santo perché diventiamo in Cristo un solo corpo e un solo spirito.

Un Concelebrante:

Egli faccia di noi un sacrificio perenne a te gradito, perché possiamo ottenere il regno promesso insieme con i tuoi eletti: con la beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con i tuoi santi Apostoli, i gloriosi Martiri, i Santi Guido Maria, Luigi e Bonifacia e tutti i Santi, nostri intercessori presso di te.


Un altro Concelebrante:

Per questo sacrificio di riconciliazione dona, Padre, pace e salvezza al mondo intero. Conferma nella fede e nell’amore la tua Chiesa pellegrina sulla terra: il tuo servo e nostro Papa Benedetto, il collegio episcopale, tutto il clero e il popolo che tu hai redento.

Ascolta la preghiera di questa famiglia, che hai convocato alla tua presenza.

Ricongiungi a te, Padre misericordioso, tutti i tuoi figli ovunque dispersi.

Accogli nel tuo regno i nostri fratelli defunti e tutti i giusti che, in pace con te, hanno lasciato questo mondo; concedi anche a noi di ritrovarci insieme a godere per sempre della tua gloria, in Cristo, nostro Signore, per mezzo del quale tu, o Dio, doni al mondo ogni bene.



Il Santo Padre e i Concelebranti:



L’assemblea:



RITI DI COMUNIONE


Il Santo Padre:

L’assemblea:



Il Santo Padre:

Libera nos, quæsumus, Domine, ab omnibus malis, da propitius pacem in diebus nostris, ut, ope misericordiæ tuæ adiuti, et a peccato simus semper liberi et ab omni perturbatione securi: exspectantes beatam spem et adventum Salvatoris nostri Iesu Christi.

Il Santo Padre:

Liberaci, o Signore, da tutti i mali, concedi la pace ai nostri giorni, e con l’aiuto della tua misericordia vivremo sempre liberi dal peccato e sicuri da ogni turbamento, nell’attesa che si compia la beata speranza e venga il nostro salvatore Gesù Cristo.



L’assemblea:



Tuo è il regno, tua la potenza e la gloria nei secoli.

Il Santo Padre:

Domine Iesu Christe, qui dixisti Apostolis tuis: Pacem relinquo vobis, pacem meam do vobis: ne respicias peccata nostra, sed fidem Ecclesiæ tuæ; eamque secundum voluntatem tuam pacificare et coadunare digneris.

Qui vivis et regnas in sæcula sæculorum.

R.  Amén.

Il Santo Padre:

Pax Domini sit semper vobiscum.

R  Et cum spiritu tuo.

Il Santo Padre:

Signore Gesù Cristo, che hai detto ai tuoi apostoli: «Vi lascio la pace, vi do la mia pace», non guardare ai nostri peccati, ma alla fede della tua Chiesa, e donale unità e pace secondo la tua volontà.

Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Il Santo Padre:

La pace del Signore sia sempre con voi.

E con il tuo spirito.



Il Diacono:



I presenti si scambiano un gesto di pace

Il Santo Padre spezza l’ostia consacrata

Agnus Dei


(De Angelis)

La schola:



Il Santo Padre:

Ecce Agnus Dei, ecce qui tollit peccata mundi. Beati qui ad cenam Agni vocati sunt.

L’assemblea:

Domine, non sum dignus, ut intres sub tectum meum, sed tantum dic verbo, et sanabitur anima mea.

Il Santo Padre:

Beati gli invitati alla Cena del Signore. Ecco l’Agnello di Dio, che toglie i peccati del mondo.

L’assemblea:

O Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa: ma di’ soltanto una parola e io sarò salvato.



Antifona di comunione


Sal 19, 6. 2-3. 5

La schola e l’assemblea:



Esulteremo per la tua salvezza e gioiremo nel nome del Signore, nostro Dio.

La schola:

1  Exaudiat te Dominus in die tribulationis; protegat te nomen Dei Iacob  R.

2  Mittat tibi auxilium de sancto, et de Sion tueatur te  R.

3  Tribuat tibi secundum cor tuum, et omne consilium tuum confirmet  R.

La schola:

1  Ti risponda il Signore nel giorno dell’angoscia, ti protegga il nome del Dio di Giacobbe.

2  Ti mandi l’aiuto dal suo santuario e dall’alto di Sion ti sostenga.

3  Ti conceda ciò che il tuo cuore desidera, adempia ogni tuo progetto.



Silenzio per la preghiera personale

Orazione dopo la Comunione


Il Santo Padre:

Oremus.
Perficiant in nobis, Domine, quæsumus, tua sacramenta quod continent, ut, quæ nunc specie gerimus, rerum veritate capiamus.


Per Christum Dominum nostrum.

R.  Amén.

Il Santo Padre:

Preghiamo.
Signore, questo sacramento della nostra fede compia in noi ciò che esprime e ci ottenga il possesso delle realtà eterne, che ora celebriamo nel mistero.

Per Cristo nostro Signore.

Amen.



RITI DI CONCLUSIONE


Allocuzione del Santo Padre


Angelus Domini


Il Santo Padre:

Angelus Domini nuntiavit Mariæ.

R  Et concepit de Spiritu Sancto.

Ave, Maria, gratia plena, Dominus tecum; benedicta tu in mulieribus, et benedictus fructus ventris tui, Iesus.

R  Sancta Maria, Mater Dei, ora pro nobis peccatoribus nunc et in hora mortis nostræ.

Amen.

Ecce ancilla Domini.

R  Fiat mihi secundum verbum tuum.

Ave, Maria...

Et Verbum caro factum est.

R  Et habitavit in nobis.

Ave, Maria...

Ora pro nobis, sancta Dei Genetrix.

R  Ut digni efficiamur promissionibus Christi.


Oremus.
Gratiam tuam, quæsumus, Domine, mentibus nostris infunde, ut qui, angelo nuntiante, Christi Filii tui incarnationem cognovimus, per passionem eius et crucem ad resurrectionis gloriam perducamur. Per eundem Christum Dominum nostrum.

R.  Amén.

Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto.

R  Sicut era in principio, et nunc et semper, et in sæcula sæculorum.

Amen.

Pro fidelibus defunctis:

Requiem æternam dona eis, Domine.

R  Et lux perpetua luceat eis.

Requiescant in pace.

R.  Amén.

Il Santo Padre:

L’Angelo del Signore portò l’annunzio a Maria.

R.  Ed ella concepì per opera dello Spirito Santo.

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.

R.  Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte.

Amen.

Eccomi, sono la serva del Signore.

R.  Si compia in me la tua parola.

Ave, o Maria...

E il Verbo si fece carne.

R.  E venne ad abitare in mezzo a noi.

Ave, o Maria...

Prega per noi, santa Madre di Dio.

R.  Perché siamo resi degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo.
Infondi nel nostro spirito la tua grazia, o Padre; tu, che nell’annunzio dell’angelo ci hai rivelato l’incarnazione del tuo Figlio, per la sua passione e la sua croce guidaci alla gloria della risurrezione. Per Cristo nostro Signore.


R.  Amen.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

R.  Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli.

Amen.

Per i fedeli defunti:

L’eterno riposo dona loro, o Signore.

R.  E splenda ad essi la luce perpetua.

Riposino in pace.

R.  Amen.



Il Santo Padre:

Dominus vobiscum.

Il Santo Padre:

Il Signore sia con voi.





Il Santo Padre:

Sit nomen Domini benedictum.

Il Santo Padre:

Sia benedetto il nome del Signore.





Il Santo Padre:

Adiutorium nostrum in nomine Domini.

Il Santo Padre:

Il nostro aiuto è nel nome del Signore.



L’assemblea:

Il Santo Padre:

Benedicat vos omnipotens Deus, Pater, et Filius, et Spiritus Sanctus.

Il Santo Padre:

Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.



La messa è finita: andate in pace.

Rendiamo grazie a Dio.





Indice de MISAS desde ROMA - ANUALES